Saluti invernali e una fetta di pane e crema di nocciole.

5 di ottobre. Oggi è ufficialmente il nostro ultimo giorno di apertura prima della stagione invernale!
Da domani le porte del B&B saranno chiuse fino alla primavera.

Ve l’avevamo già anticipato e ora siamo qui per i saluti ufficiali. Un po’ finti, a dire il vero, dato che continueremo ad aggiornare il blog e la nostra pagina su Facebook anche nei prossimi mesi. Anzi, avendo più tempo a disposizione non mi stupirei se trovassimo il modo di mettere mano ad alcune cose che sono in sospeso da troppo tempo. Come la traduzione di alcuni post in inglese, giusto per dirne una. Ma anche raccontare alcuni luoghi nei dintorni del B&B o il nuovo sentiero escursionistico che passerà proprio dietro al nostro fienile diroccato.

Però volevamo salutarvi e, per lasciarci con un pizzico di dolcezza, vi auguriamo una settimana piena di colazioni a base di pane e crema di cacao e nocciole! Nutella fatta in casa, direte voi. Sai che scoperta.
Eh no! Perché la nutella è – ammettiamolo – troppo dolce e a volte pure un po’ eccessiva, tanto da non farci riconoscere il sapore delle nocciole. Se invece avete voglia di fare un esperimento e provare ad assaggiare una vera crema di nocciole, vi lasciamo qui la ricetta (chiamiamola così, anche se è davvero facilissima). Un piccolo passo per assicurarvi risvegli profumatissimi e dalla consistenza un po’ rustica.

Crema di nocciole e cacao


Crema di nocciole e cacao

250 gr di nocciole
2 cucchiai abbondanti di cacao amaro
1 cucchiaio di sciroppo d’acero (opzionale)

Mettere tutto nella tazza di un robot da cucina e cominciare a macinare per 3/4 minuti alla volta. Mano a mano che macinerete, le nocciole tenderanno ad attaccarsi alle pareti della tazza, spatolate senza pietà e ricominciate a tritare.
Per quanto tempo? Online abbiamo trovato le tempistiche più disparate. C’è chi dice che in 10/15 minuti è pronta, chi parla di 20/25. Io ci ho messo una mezz’ora, probabilmente dipende dalla potenza e dalle lame. L’importante è che le nocciole comincino a rilasciare l’olio, che renderà il composto abbastanza omogeneo.
Se il vostro robot da cucina non è molto potente procedete per gradi e lasciate riposare il motore per almeno un minuto dopo 3/4 minuti di lavoro.
Il risultato è una crema abbastanza solida, ma comunque spalmabile, da mangiare da sola su una fetta di pane oppure da utilizzare come ripieno di fagottini e biscotti.

Ci basta come dolcino di saluto autunnale? 😉

P.S. Nella foto, lì dietro, c’è anche una cremina di mandorle e cannella. Di quella, però, vi parleremo in un altro momento.

Tags:

One Response to “Saluti invernali e una fetta di pane e crema di nocciole.”

  1. raffaella ottobre 5, 2014 5:41 #

    Caspita! è da provare di sicuro. Se poi mi assicuri che non è così stucchevole come l’altra crema allora è un esperimento da fare. E poi sono curiosissima dell’altra crema… aspetterò il prossimo post dedicato. buon riposo e buone colazioni calme e serene

Leave a Reply to raffaella