Qualcuno li chiama compleanni: auguri Ca’ Montanaro (reloaded)

In tutte le storie ci sono date da segnare sul calendario. Ricordi, traguardi, cambi di direzione che hanno modificato il corso delle cose. Nella storia di Volti di Pietra, una di queste date è il 20 luglio.
Sono passati due anni da quando abbiamo messo piede per la prima volta a Ca’ Montanaro, facendoci largo fra la selva fuori e le ragnatele dentro. L’arrivo di quel fatidico mazzo di chiavi è stato preceduto da mesi difficili e quel tintinnio di fronte al portone d’ingresso è stato a suo modo catartico. Potevamo finalmente cominciare a rendere reale un progetto rimasto troppo a lungo solo su carta e contrastato dal normale corso della vita, che sa anche essere devastante, quando vuole.

prima apertura della porta!

Dopo due anni siamo ancora qui, con il nostro bel bagaglio di pulizie, lavori, cancelli, rasature, pulizie (l’ho già detto?), imbiancature, porte, fiori, potature, pulizie (eddaje), tombini, vialetti, esperimenti culinari, un cane e due tacchini. E, soprattutto, la nascita del B&B, che ci ha dato una gran spinta.

Oggi, a due anni di distanza, i lavori ancora da fare sono segnati in una lista quasi infinita, ma piano piano continuiamo a depennare. Pezzetto dopo pezzetto. Sommando quelle cose che a un occhio non allenato potrebbero sembrare piccole, o addirittura invisibili, ma che invece sono passi importanti per rendere Ca’ Montanaro e Volti di Pietra sempre più accoglienti.

Per festeggiare, brindiamo con un bicchiere di sciroppo di rose e, visto che ci piace strafare, ci siamo lanciati in un nuovo esperimento: abbiamo sul fuoco la marmellata di bacche di sambuco!
Se riusciremo a non farla bruciare, prestissimo arriverà una testimonianza fotografica 😉

Insomma, auguri a Ca’ Montanaro, che in questi due anni (e un po’) ha avuto la forza di ribaltare completamente le nostre vite.

Prima e dopo:

Luca al lavoro

Da sotto al sambuco

Futuri pergolati?

Postazioni di lavoro alternative

la sala chiede aiuto

Il soggiorno di Volti di Pietra

Tags:

No comments yet.

Leave a Reply