Mattina di pioggia? Gita al Museo della Carta di Fabriano.

Read the English version

Togliamoci dalla testa l’idea che quando piove non c’è niente da fare. Alcuni giorni fa sono stata per la seconda volta al Museo della Carta e della Filigrana di Fabriano e, ovviamente come quasi sempre in questa pseudo primavera, pioveva. E non vorrei sbagliare, ma mi pare che anche la prima volta non sia stata accompagnata da una splendente giornata di sole. Posso quindi assicurarvi che quel ticchettio continuo, l’ombrello chiuso-aperto-chiuso e una sciarpina in borsa – per sicurezza – non possono niente, se vogliamo fare dei giri alla scoperta di posti nuovi!

Il Museo della Carta, poi, è un luogo ideale dove trascorrere una mattina di tempo incerto. Già quando passerete l’entrata ad arco e vi infilerete nel bookshop-biglietteria, capirete che avete fatto la scelta giusta. Mentre vi faranno il biglietto (mi raccomando, se c’è la possibilità chiedete se potete fare il laboratorio didattico: meno di 4 euro per un’esperienza divertente con un mastro cartaio), comincerete già a decidere quanti e quali fogli-quaderni-segnalibri ecc. di carta fatta a mano vorrete portarvi a casa una volta finita la visita!

Per questioni di orario e di periodo, entrambe le volte sono stata unita a una scolaresca in gita. Vi dirò, è stata meno tragica del previsto. I ragazzi si fanno coinvolgere – e zittire – dalle spiegazioni delle guide e dalle piccole dimostrazioni pratiche durante il giro.
La visita prevede un vero e proprio viaggio nel mondo della carta fabrianese, con incursioni nel racconto di arabi, egiziani, cinesi… Dalla storia antica alle cose più contemporanee, senza dimenticare le tecniche di creazione della filigrana e l’attualissima questione della carta riciclata. Non voglio svelarvi niente, ma sappiate che una volta vista l’ultima sala vi precipiterete come abbiamo fatto io e Luca a chiedere una lista di siti in biglietteria, pensando già a come usare la carta per arredare la casa! Se all’ingresso avete acquistato anche il laboratorio didattico – che solitamente viene fatto con le scuole – alla fine del giro vi faranno accomodare in una stanza con catino, carrello e panni di lana. Qui potrete vedere – e provare – come si realizza un foglio di carta filigranata (e portarvi a casa il vostro!).

laboratorio didattico museo della carta di fabriano museo carta fabriano laboratorio didattico

La visita dura circa 1 ora e un quarto, escluso il laboratorio. Per maggiori informazioni sul costo del biglietto e sugli orari date un’occhiata al sito del Museo della Carta.

Vi avvertiamo: all’uscita sarà dura resistere alla tentazione di comprare l’intero bookshop, ma in fondo un ricordo, per di più utile, non ha mai fatto male a nessuno 😉

P.S. Quella nelle foto sono io, durante il laboratorio didattico (per bambini?) a fine visita.

Tags:

No comments yet.

Leave a Reply