Il B&B

Il B&B Volti di Pietra nasce all’interno di un micro borgo anticamente chiamato Ca’ Montanaro. Il casale, ristrutturato di recente riutilizzando in parte i materiali originali, risale al XV secolo e si affaccia direttamente sui monti che separano le Marche dall’Umbria. Dalle camere e dal giardino si ammirano il Monte Strega e il Monte Catria e, poco più in là, il Monte Acuto e il Nerone. Durante le giornate più limpide, si riesce a scorgere addirittura le punte dei Monti Sibillini, più a sud.

All’interno del B&B gli ospiti avranno a disposizione un’ampia sala comune con angolo relax, bollitore, tè e caffè, una libreria con testi di vario genere (anche per bambini), materiale informativo sulle principali località marchigiane e umbre dei dintorni, uno stereo con una selezione di cd. Fuori c’è invece un ampio giardino dove poter prendere il sole, con tavoli e sedie dove potersi fermare e riposare dopo una giornata in giro.

Che tipo di viaggiatore sei?

Se ti affascinano i casali in campagna e apprezzi le ricche colazioni, se sei alla ricerca di un’esperienza genuina e preferisci guardare all’essenza delle cose, magari con una tazza di tè in mano, se pensi di non aver bisogno di un albergo di lusso per stare bene, allora potresti aver trovato il posto giusto per te! 😉

Un po’ di storia
L’idea di aprirlo è nata alla fine del 2011, mettendo assieme i sogni di relax e ritiro campagnolo di due sessantenni con lo slancio imprenditoriale di due trentenni. Un’unione di gioie e dolori e una suddivisione degli spazi che speravamo avrebbe dato a tutti la possibilità di seguire la propria strada, senza litigare troppo!
L’attesa è stata lunga e gli eventi che hanno preceduto l’apertura tanti, qualcuno ha anche rischiato di farci perdere la via e siamo stati costretti a tirare fuori una bella dose di determinazione per arrivare alla meta. Ora, però, Volti di Pietra è a disposizione dei nostri e dei vostri momenti di riposo, con una panoramica sui monti che riesce ancora a farci sospirare, il rumore delle cicale d’estate e il silenzio della neve d’inverno, il giallo delle ginestre e la rassicurante ombra della grande quercia per i pomeriggi più assolati.

Se volete conoscerci meglio, leggete la nostra presentazione e curiosate sul sito!

Da sotto al sambuco